Questo sito utilizza cookie per inviarti informazioni sulla nostra organizzazione in linea con i tuoi interessi/le tue preferenze e cookie di analisi statistica di terze parti anche per fini non tecnici. Se vuoi saperne di pi¨ o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.
Se accedi ad un qualunque elemento soprastante questo banner acconsenti all'uso di tutti i cookie.

RIMUOVI

Versione solo testo - Camera di commercio di Asti, 20 agosto 2017
Torna alla versione grafica - home

Bollatura libri e registri



Asti, 20 agosto 2017
Ultimo aggiornamento: 17.02.2010



Registro Imprese



BOLLATURA LIBRI E REGISTRI

Informazioni, adempimenti, modalitÓ di richiesta della bollatura e di presentazione dei libri e Costi relativi


Contenuto pagina

FONTI NORMATIVE

art. 2215 c.c.
art.8 legge 383/2001



DESCRIZIONE E ADEMPIMENTI


Con la legge n. 383 del 18/10/2001 Ŕ stato soppresso l'obbligo della bollatura e vidimazione
- del libro giornale
- del libro inventari, 
- di tutti i libri previsti dalle normative fiscali Dpr. n.633 del 26/10/1972 e Dpr. n. 600 del 29/09/1973

Per tali libri  permane  solo l'obbligo della numerazione progressiva prima di essere messi in uso.
E' tuttavia possibile provvedere alla bollatura in via facoltativa.

Rimangono invece inviare l'obbligatorietÓ e le modalitÓ di bolatura dei libri sociali previsti dal codice civile.

La riforma del diritto societario, in vigore dal 1░ gennaio 2004, prevede i seguenti libri sociali: 

SPA (art. 2421 c.c.)
1.  libro dei soci
2.  libro delle obbligazioni
3.  libro delle adunanze e delle deliberazioni delle assemblee
4.  libro delle adunanze e delle deliberazioni del consiglio di amministrazione o del consiglio di gestione
5.  libro delle adunanze e delle deliberazioni del collegio sindacale ovvero del consiglio di sorveglianza o del 
     comitato per il controllo della gestione
6.  libro delle adunanze e delle deliberazioni del comitato esecutivo
7.  il libro delle adunanze e delle deliberazioni delle assemblee degli obbligazionisti
8.  il libro degli strumenti finanziari emessi i sensi dell'art. 2447 sexies c.c. 

SRL (2478 c.c.) 
1. libro delle decisioni dei soci
2. libro delle decisioni degli amministratori
3. libro delle decisioni del collegio sindacale e del revisore 

Per le societÓ di nuova costituzione, quando l'atto non Ŕ ancora stato depositato, occorre allegare una certificazione notarile dell'avvenuto rogito dell'atto costitutivo. 

COMPETENZA TERRITORIALE
 
L' Ufficio del registro delle imprese competente alla bollatura Ŕ quello della provincia ove Ŕ ubicata la sede legale . Per le imprese plurilocalizzate Ŕ competente l'ufficio del registro delle imprese presso il quale Ŕ iscritta la sede legale. Per i libri relativi alla sedi secondarie anche l'ufficio ove Ŕ ubicata la sede secondaria .
In alternativa Ŕ possibile rivolgersi ad un Notaio.

FORMA DEI LIBRI


Possono  essere libri rilegati, a fogli singoli o a modulo continuo
Nel caso in cui si chieda la vidimazione di un libro con pagine a modulo continuo o a fogli mobili, nell'intestazione di ciascuna pagina occorre indicare il tipo di libro (esempio: libro giornale oppure libro inventari ecc...), la denominazione dell'impresa cui si riferisce il libro, il codice fiscale . Nel caso di libri rilegati i dati sopracitati vanno riportati solo sulla copertina del libro.

La numerazione deve essere progressiva per anno con l'indicazione dell'anno in cui Ŕ effettuata la bollatura ( Circ. Ag. Entrate  n. 92/2001) e deve essere eseguita per facciata utilizzabile. 
Le facciate non numerate devono essere annulate ; 
Le marche da bollo devono essere applicati sull'ultima pagina del libro da bollare; 


MODALITA' DI PRESENTAZIONE DELLA RICHIESTA


a) Modello L2, che pu˛ essere presentato anche da un incaricato dell'impresa. 
b) attestazione in originale di versamento dei diritti di segreteria (in caso di versamento tramite c/c postale) 
c) attestazione in originale di versamento della tassa di concessione governativa. 
Per le societÓ di capitali, le vidimazioni successive alla prima nel corso dello stesso anno, Ŕ sufficiente presentare la fotocopia della ricevuta di versamento forfetario. 


Imprese di nuova costituzione 

Nel caso venga richiesta la bollatura dei libri sociali di societÓ non ancora iscritte nel registro occorre allegare al modello L2:

a) per le  societÓ di persone, societÓ di capitali, societÓ cooperative, societÓ consortili, consorzi tra imprese ed enti locali, 
     fotocopia dell' atto costitutivo, (contenente l'indicazione del repertorio, raccolta notarile, sigillo e firma 
     del notaio)
     oppure
     dichiarazione notarile su carta intestata 

b) per le imprese individuali e per i soggetti collettivi iscrivibili al REA la fotocopia della ricevuta della domanda di iscrizione rilasciata dall'Ufficio 

 

DIRITTI DI SEGRETERIA E COSTI


Tassa di concessione governativa 

TASSA FORFETARIA

Si applica a: 
1. societÓ di capitali (spa-sapa-srl) 
2. societÓ consortili p.a. o a r.l. 
3. sedi secondarie di societÓ estere
4. consorzi ed aziende di enti locali 
5. enti pubblici 

Il versamento Ŕ pari a 
309,87 (per capitale sociale fino 516.496, 90 euro) 
516,46 (per capitale superiore a 516.496, 90 euro)

Se il soggetto Ŕ neocostituito il versamento va effettuato sul c.c.p. 6007 intestato alla Agenzia delle Entrate  prima della presentazione della dichirazione IVA.
Per gli anni successivi la tassa deve essere versata entro il termine di versamento dell'IVA utilizzando il modello di pagamento unificato F24 - sezione Erario codice 7085 entro il termine per la presentazione della dichiarazione IVA .

L'importo della tassa dipende dall'ammontare del capitale al 1░ gennaio pertanto riduzioni o aumenti in corso d'anno non incidono sull'importo della tassa dovuta per l'anno in corso ma su quello della tassa dovuta per l'anno successivo .
Nel caso di trasformazione di societÓ di persone in societÓ di capitali in corso d'anno, deve esere versata la tassa forfetaria , mentre nel caso inverso , trasformazione da societÓ di capitali in societÓ di persone, il versamento forfetario giÓ effettutato si considera valido per l'intero anno .


TASSA ORDINARIA 

Si applica a :
1. imprese individuali 
2. societÓ di persone
3. societÓ cooperative 
4. le mutue assicuratrici
5. i GEIE
6. i consorzi di imprese di cui all'art. 2612 c.c.
7. le societÓ estere
8. le associazoni e fondazioni 
9. gli enti morali

Il versamento ammonta ad € 67,00 ogni 500 pagine o frazioni di 500 nel caso di societÓ cooperativa o consorzio, per ogni libro o regsitro. Pu˛ essere effettuato sul c/c postale 6007, intestato all'Agenzia delle Entrate , oppure tramite l'applicazione delle marche di concessione governativa.

ESENZIONI E RIDUZIONI 
 
Le cooperative sociali e i soggetti O.N.L.U.S. sono esenti dalla tassa di concessione governativa. 
Le cooperative edilizie , regolarmente iscritte all'Albo delle societÓ cooperative tenuto dal Ministero delle Sviluppo Economico beneficiano della riduzione ad un quarto della tassa che ammonta ad  € 16,75 ogni 500 pagine o frazione.


Imposta di bollo 

L'imposta di bollo Ŕ pari ad € 14,62 ogni 100 pagine o frazione .  Deve essere assolta tramite l'applicazione sull'ultima pagine numerata di marche da bollo o tramite versamento  con mod. F23 codice tributo 458T 

L?importo della  tassa si differenzia  se il libro giornale o inventari, compresi i loro sezionali sono tenuti da  

Soggetti tenuti al pagamento forfetario 

Per tali soggetti l'imposta di bollo Ŕ pari ad € 14,62 ogni 100 pagine o frazione 

Soggetti tenuti al pagamento della tassa ordinaria 

L'imposta e pari a  € 29,24 ogni 100 pagine o frazione . 


ESENZIONI 
Sono esenti le cooperative edilizie, le cooperative sociali iscritte nell'Albo delle Cooperative, e le ONLUS .



Diritti di Segreteria

I diritti di segreteria, in ragione di € 25,00 per ogni libro o registro di cui si chiede la bollatura possono essere versati sul c.c.p. n.123141 intestato alla Camera di Commercio di Asti o pagati direttamente allo sportello. 



REGISTRO DI CARICO E SCARICO RIFIUTI 

Il  Dlgs 4/2008 ha stabilito a partire dal 13 febbraio 2008 che i registri di carico /scarico dei rifiuti sono vidimati dalla Camere di Commercio territorialmente competenti.

La Camera di Commercio competente Ŕ quella della provincia in cui ha sede legale l'impresa o quella in cui Ŕ situata l'unitÓ locale presso il quale viene tenuto il regsitro di carico e scarico .( art. 190, 230, 266 del Dlgs 152/2006).

I registri sono esenti dalla Tassa di Concessione governativa e dallimposta  di bollo ( 'Agenzia delle Entrate -risoluzione n. 159/E dell' 11 novembre 2005)  . 

Sono dovuti  i diritti si segreteria di € 25,00 per ogni registro.

Valgono inoltre  le stesse regole giÓ descritte nella sezione FORMA DEI LIBRI


REGISTRO TENUTO DAL COMMISSARIO LIQUIDATORE DELLE SOCIETA' COOPERATIVE , ENTI O CONSORZI COOPERATIVI 

Dal 15 agosto 2009,  tale registro, nel quale devono essere annotate le operazioni relative all' amministrazione, del commissario deve essere vidimato dalla Camera di Commercio competente per territorio (articolo 10 comma 7 della Legge 23/07/2009 n. 99 - G.U. n. 176 del 31/07/2009). 
I diritti di segreteria sono pari a € 10,00 per ogni libro.



Aiutaci a darti un servizio migliore
Valuta la qualitÓ dei contenuti di questa pagina


Ufficio di riferimento

Per informazioni rivolgersi a:

REGISTRO IMPRESE

Riferimento Ufficio: REGISTRO IMPRESE,  RUOLI ED ELENCHI
Indirizzo Piazza Medici 8 - 14100 Asti
Telefono 0141.535105
Fax 0141.535284
E-mail info.ri@pec.at.camcom.it
Orari Da lunedý a venerdý : 8.30 - 12.30

[ inizio pagina ]