Questo sito utilizza cookie per inviarti informazioni sulla nostra organizzazione in linea con i tuoi interessi/le tue preferenze e cookie di analisi statistica di terze parti anche per fini non tecnici. Se vuoi saperne di pi¨ o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.
Se accedi ad un qualunque elemento soprastante questo banner acconsenti all'uso di tutti i cookie.

RIMUOVI

Versione solo testo - Camera di commercio di Asti, 23 giugno 2018
Torna alla versione grafica - home

Imprese di Pulizia, Disinfezione, Disinfestazione, Derattizzazione, Sanificazione



Asti, 23 giugno 2018
Ultimo aggiornamento: 05.06.2018



Autoriparatori, Impiantisti, Facchinaggio, Pulizie, Commercio ingrosso



IMPRESE DI PULIZIA, DISINFEZIONE, DISINFESTAZIONE, DERATTIZZAZIONE, SANIFICAZIONE

Requisiti per l'iscrizione


Contenuto pagina

FONTI NORMATIVE

-legge 25.1.1994,n. 82 e relativo regolamento di attuazione approvato con D.M. 7.7.1997,n. 274
-D.Lgs. 31.3.1998,n. 112
-D.P.R. 14.12.1999,n. 558
-D.L.31.1.2007,n. 7 convertito nella L. 2.4.2007,n. 40
-art. 19 legge 241/1990
D.G.R. 13-6679 del 29/03/2018

ATTIVITA DI PULIZIA

Per  attività  di pulizia si intendono tutte attività di :
a) pulizia (in ambienti confinati ed aree di pertinenza);
b) disinfezione;
c) disinfestazione;
d) derattizzazione;
e) sanificazione (in ambienti).

Restano, al contrario, escluse dall applicazione della normativa:

- pulizia di camini e caminetti;
- l espurgo di pozzi neri;
- la sterilizzazione di terrreni ed ambienti;
- la pulizia di arenili, strade, piazze, cigli stradali;
- la manutenzione e pulizia di giardini, corsi d acqua, sentieri;
- l attività di disinfestazione o fumigazione, in locali confinati, di merci e derrate per mezzo di gas tossici.

La nota del MAP dell 8.1.2001 definisce gli ambienti di pertinenza come ambienti immediatamente accessibili e usufruibili al pari degli ambienti di cui costituiscono pertinenza e precisa che l attività di rimozione di polveri, materiali non desiderati o sporcizia va riferita agli oggetti in essa collocati.

Pulizia di treni e autobus
Rientra nell ambito di applicazione della legge n. 82/1994, recante Disciplina dell attività di pulizia, di disinfezione, di disinfestazione, di derattizzazione e di sanificazione anche l attività di pulizia di treni ed autobus.
(Ministero delle Sviluppo Economico nella nota del 3.12.2007 prot. 10983)
 

REQUISITI

L'esercizio dell attività è consentito in presenza dei seguenti requisiti:

Requisiti di capacità economico-finanziaria
a)  iscrizione all Inps e all Inail, ricorrendone i presupposti di legge, di tutti gli addetti, compreso il titolare e i familiari
     e i soci prestatori d opera;
b) assenza di protesti cambiari negli ultimi 5 anni a carico del titolare, per le imprese individuali, dei soci per le
     società di persone, degli amministratori per le società di capitali e per le società cooperative, salvo riabilitazione
     ai sensi dell art. 17 della legge 108/1996, ovvero dimostrazione di aver completamente soddisfatto i creditori;
c)  esistenza di rapporti con il sistema bancario;

Requisiti di onorabilità
- assenza di applicazione di misure di sicurezza o prevenzione e di procedimenti penali in corso per reati di stampo
  mafioso;
- assenza di sentenze penali definitive di condanna o di procedimenti penali in corso nei quali sia già stata 
  pronunciata senteza di condanna per reati non colposi a pena detentiva superiroe a due anni o sentenza  di  
  condanna per i reati contro il patrimonio  o la fede pubblica, o sentenza di condanna alla pena accessoria
  dell interdizione dall esercizio di una professione o di un arte o dell interdizione dagli uffici direttivi delle imprese;
- assenza di procedura fallimentare in corso o comunque di dichiarazione di fallimento;
- assenza di condanna per atti di concorrenza illecita con minaccia o violenza;
- assenza di contravvenzioni per violazioni di norme in materia di lavoro, di previdenza e di assicurazione
  obbligatoria contro gli infortuni sul lavoro e le malattie professionali, non conciliabili in via amministrativa.
Si fa salva comunque la riabilitazione ottenuta.

Devono essere posseduti dal titolare, dai soci per le società in nome collettivo e dagli accomandatari per le società in accomandita semplice, dagli amministratori per tutte le altre società, comprese le cooperative.

Requisiti tecnici
(Solo per le imprese che esercitano l attività di disinfestazione, derattizzazione, sanificazione- DL 7/2007 conv. in legge 40/2007)

Deve essere designato almeno un preposto alla gestione tecnica per l impresa scegliendolo tra i seguenti soggetti: 

per le imprese Artigiane
-il titolare,
-il socio lavorante di società di persone, di cooperativa di capitali ,

e per le imprese non artigiane
-il titolare,
-il socio di società di persone o di cooperativa,
-l amministratore di società di capitali /cooperative
-oppure un terzo che ha con l impresa un rapporto di immedesimazione ( familiare colaboratore, dipendente, associato in partecipazione, procuratore) 

ed in possesso dei seguenti requisiti 

 

1) assolvimento dell obbligo scolastico (in ragione dell ordinamento temporalmente vigente)
2) e in alternativa:

- svolgimento di un periodo di esperienza professionale qualificata, nello specifico campo di attività,  di almeno tre anni , svolta all interno di imprese del settore , comunque di uffici tecnici di imprese od enti, preposti allo svolgimento di tali attività, in qualità di dipendente qualificato,  familiare collaboratore, socio partecipante al lavoro o titolare di impresa;
-attestato di qualifica a carattere tecnico attinente l attività conseguito ai sensi della legislazione vigente in materia di formazione professionale;
- diploma di istruzione secondaria superiore in materia tecnica attinente l attività   a condizione che il piano di studi preveda un corso almeno biennale di chimica,nonchè nozioni di scienze naturali e biologiche 
- laurea che comporti il superamento di almeno un esame di chimica ed uno di biologia.

 

Qualifica professionale conseguita all'estero

Nel caso in cui la qualifica professionale sia conseguita all estero occorre, prima della denuncia al Registro delle Imprese o all Albo delle Imprese Artigiane il riconoscimento della qualfica dal parte del Ministero dello Sviluppo Economico

 

MODULISTICA

Dal 01/05/2018 occorre utilizzare la modulistica unificata  e standardizzata (costituita dalla scheda anagrafica e dal modulo SCIA vero e proprio) approvata con la D.G.R. 13-6679 del 29/03/2018 in applicazione della Riforma Madia (Dlgs 222/2016).

La tabella A, costituente allegato del Dlgs sopracitato, cui si fa rimando per ulteriori approfondimenti e chiarimenti, specifica  nel dettaglio i vari regimi amministrativi previsti per il presente procedimento.

SCIA

Scheda Anagrafica

 Non deve pertanto più essere utilizzata la modulistica antecedente il 1° maggio 2018  
-il modello denuncia di inizio attività imprese di pulizia
-il modello del responsabile tecnico ( ove necessario) 
- i modelli per i requisiti morali per ciascuno dei soggetti obbligati 

Dal 14 febbraio 2013, a seguito dell'entrata in vigore del Decreto Legislativo n. 218 del 15/11/2012, che abroga il D.P.R. n. 252 del 3/6/1998, non sono più rilasciati i certificati del Registro Imprese recanti il nullaosta antimafia. La competenza in materia di documentazione antimafia resta in capo alle Prefetture. Pertanto la non sussistenza di una delle cause di decadenza, sospensione o divieto previste dalla normativa, deve essere autocertificata, da parte dei soggetti indicati all’art. 85 del D. Lgs. 06/09/2011 n. 159.  (link all’articolo),  mediante la compilazione della “Dichiarazione sul possesso dei requisiti da parte degli altri soggetti – Allegato A”  incluso nella suddetta SCIA .
 

Sostituzione del Responsabile


Per la sostituzione  del responsabile tecnico (per le impree artigiane possibile solo per le società) occorre compilare, per il nuovo soggetto nominato, la SCIA suindicata nella sola parte relativa alle informazioni del responsabile tecnico.

Si rammenta che la sostituzione del reponsabile tecnico non può avere data anteriore alla data di presentazione della modulistica al registro delle imprese o all Albo delle imprese artigiane .
 

Per la mera cessazione del responsabile tecnico (per le imprese artigiane possibile solo per le società) non è necessario allegare nessuna modulistica alla pratica registro imprese di cessazione del medesimo.


DIRITTI DI SEGRETERIA
In aggiunta a quelli previsti per il Registro delle Imprese o per l Albo delle imprese artigiane con una maggiorazione di:
 - € 9,00 per le ditte individuali;
-  €15,00 per le società;

 


ISCRIZIONE NELLE FASCE DI CLASSIFICAZIONE

E necessaria soltanto se l impresa partecipa agli appalti indetti secondo la normativa comunitaria.
Può essere richiesta solo dalle imprese che hanno iniziato l attività  da almeno due anni.
L impresa viene classificata in base al volume di affari annuo al netto dell IVA, realizzato mediamente nell ultimo triennio o nel minore periodo di attività che comunque non può essere inferiore a due anni .
La fascia di classificazione che può essere richiesta è quella immediatamente superiore a quella comprendente l importo medio del volume d affari suindicato.
La domanda di iscrizione nella fascia deve essere in regola con l imposta di bollo.

Qualora successivamente all iscrizione in una delle fasce previste dal DM si verifichino le condizioni tali per cui l impresa deve essere iscritta in una fascia inferiore a quella di appartenenza , deve essere comunicata la variazione negativa della fascia entro un anno dal suo verificarsi .

Per ogni ulteriore informazione fare riferimento alla  modulistica.

TERMINI
Gli uffici entro 60 giorni dalla presentazione della denuncia di inizio attività devono provvedere alla verifica dei requisiti dichiarati
 



Aiutaci a darti un servizio migliore
Valuta la qualitÓ dei contenuti di questa pagina


Non ´┐Ż presente alcun ufficio di riferimento per questa pagina

[ inizio pagina ]