Questo sito utilizza cookie per inviarti informazioni sulla nostra organizzazione in linea con i tuoi interessi/le tue preferenze e cookie di analisi statistica di terze parti anche per fini non tecnici. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.
Se accedi ad un qualunque elemento soprastante questo banner acconsenti all'uso di tutti i cookie.

RIMUOVI

Versione solo testo - Camera di commercio di Asti, 20 agosto 2017
Torna alla versione grafica - home

Consorzio



Asti, 20 agosto 2017
Ultimo aggiornamento: 23.02.2012



Registro Imprese



CONSORZIO

Informazioni, documentazione e modalità per l'iscrizione, modifica e cancellazione , Rinnovo Cariche, entrata/uscita consorziati, Scioglimento, liquidazione, Deposito situazione patrimoniale di Consorzi


Contenuto pagina

FONTI NORMATIVE

Libro V ,  Titolo X , Capi I e II del codice civile

DEFINIZIONE DI  CONSORZIO

Secondo l'art. 2602 del c.c. con il contratto di consorzio più imprenditori costituiscono un aorganizzazione comune per la disciplina o per lo svolgimento di determinate fasi delle rispettive imprese


ADEMPIMENTI

Gli adempimenti pubblicitari presso il registro delle imprese riguardano solo i consorzi con attività esterna a norma dell'art. 2612 c.c. il quale prevede che debba essere iscritto nel registro delle imprese il consorzio il cui contratto preveda l'istituzione di un ufficio destinato a svolgere un'attività con i terzi .
L'estratto del contratto depositato per l'iscrizione nel registro deve indicare :
1) la denominazione e l'oggetto del consorzio e la sede dell'ufficio;
2) il cognome e il nome dei consorziati;
3) la durata del consorzio;
4) le persone a cui vengono attribuite la presidenza, la direzione e la rappresentanza del consorzio ed i rispettivi poteri;
5) il modo di formazione del fondo consortile e le norme relative alla liquidazione. 

Del pari devono essere iscritte nel registro delle imprese le modificazioni del contratto concernenti gli elementi sopra indicati. 

La richiesta di iscrizione deve essere presentata con il modello S1, di modificazione con il modello S2 e di cancellazione con il modello S3. Tutti i modelli sono informatici e devono essere trasmessi in via telematica.
Non è consentito l'utilizzo di modelli cartacei.

ATTIVITA'

Nel caso di denuncia di inizio dell'attività, della sua modifica (esempio aggiunta di un'altra attività) o della cessazione dell'attività gli adempimenti spettano agli amministratori.
I modelli da compilare (con il programma Fedra) e da presentare sono il modello S5 se l'attività denunciata è svolta all'indirizzo della sede oppure il modello UL se tale attività è presso una unità locale (esempio ufficio, magazzino, negozio, laboratorio diverso dall'indirizzo della sede).

Per conoscere gli adempimenti necessari all'esercizio delle varie attività economiche vedi il
MANUALE INFORMATICO DELLA DOCUMETAZIONE SULLE ATTIVITA' ( MIDA)


DIRITTI DI SEGRETERIA 

I diritti sono di € 90,00 da pagare in via telematica se la trasmissione avviene telematicamente oppure €  120,00 da pagare in contanti, con bancomat o con versamento su conto corrente postale n. 123141, intestato  alla Camera di Commercio di Asti, se la domanda è presentata su supporto informatico digitale. 

     Per il Deposito della situazione patrimoniale  il diritto è di € 62,70 e può essere effettuato in via telematica nel caso di  presentazione tramite la modalità telematica oppure di € 92,70 da pagare allo sportello in contanti, con bancomat o con versamento di conto corrente postale sul corrente postale n. 123141, intestato alla Camera di  Commercio di Asti, se la domanda è presentata su supporto informatico digitale


IMPOSTA DI BOLLO

     L'imposta di bollo è di € 65,00 e e può essere assolta in entrata (codice E) o all'origine (codice O). 
Nel primo caso, assolvimento in entrata, occorre indicare gli estremi dell'autorizzazione alla riscossione    del  bollo virtuale rilasciata alla Camera di Commercio di Asti, mentre se l'imposta di bollo è  assolta all'origine dovranno essere indicati gli estremi della dichiarazione del soggetto che è incaricato della  trasmissione della pratica. In caso di esenzione dall'imposta di bollo occorre indicare gli estremi. 

Nel caso in cui l'assolvimento venga effettuato all'origine in base al D.M. del 22 febbraio 2007, e ciò avviene quando la modifica è stato adottata con atto notarile il pagamento dell'imposta di bollo avviene attraverso il MUI (Modello Unico dell'Imposta) al momento della registrazione  dell'atto all'Agenzia delle Entrate. Sulla distinta e sull'atto, quindi, dovrà essere indicata la modalità di assolvimento del bollo all'origine (codice O) indicando gli estremi del riferimento normativo.


Diritto Annuale 

vedi voce diritto annuale




Aiutaci a darti un servizio migliore
Valuta la qualità dei contenuti di questa pagina


Ufficio di riferimento

Per informazioni rivolgersi a:

REGISTRO IMPRESE

Riferimento Ufficio: REGISTRO IMPRESE,  RUOLI ED ELENCHI
Indirizzo Piazza Medici 8 - 14100 Asti
Telefono 0141.535105
Fax 0141.535284
E-mail info.ri@pec.at.camcom.it
Orari Da lunedì a venerdì : 8.30 - 12.30

[ inizio pagina ]