Questo sito utilizza cookie per inviarti informazioni sulla nostra organizzazione in linea con i tuoi interessi/le tue preferenze e cookie di analisi statistica di terze parti anche per fini non tecnici. Se vuoi saperne di pi¨ o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.
Se accedi ad un qualunque elemento soprastante questo banner acconsenti all'uso di tutti i cookie.

RIMUOVI

Versione solo testo - Camera di commercio di Asti, 23 settembre 2018
Torna alla versione grafica - home

BREVETTI PER INVENZIONE E MODELLO DI UTILITA'



Asti, 23 settembre 2018
Ultimo aggiornamento: 07.03.2018



Brevetti, marchi e tutela della proprietÓ industriale - 2018



BREVETTI PER INVENZIONE E MODELLO DI UTILITA'


Contenuto pagina

 

Il brevetto è un diritto di esclusiva concesso all’inventore, persona fisica o giuridica,  che richieda la protezione dell’innovazione da lui realizzata, al fine di sfruttarla in modo esclusivo direttamente o tramite terzi nel territorio in cui è protetta, ovvero produrre e/o commercializzare l’oggetto del brevetto.

La normativa in tema di proprietà industriale prevede due tipologie di brevetto, quello per invenzione industriale e quello per modello di utilità.

L’invenzione industriale è la soluzione ad un problema tecnico non ancora risolto. Essa si realizza come un nuovo metodo o processo di lavorazione industriale, uno strumento, utensile o dispositivo meccanico che costituisce un’innovazione rispetto allo stato della tecnica, atto ad essere applicato in campo industriale.

I requisiti di brevettabilità dell’invenzione sono tradizionalmente quattro:

  • la novità (o novità estrinseca), che ricorre quando l’invenzione non è compresa nello stato della tecnica (art. 46, C.P.I.);
  • l’originalità (o novità intrinseca), che ha la funzione di selezionare, tra tutto ciò che è nuovo, ciò che si differenzia in maniera qualificata dallo stato della tecnica a giudizio di persona esperta del ramo (art. 48, C.P.I.);
  • l’industrialità, cioè l’attitudine dell’invenzione ad avere un’applicazione industriale (art. 49, C.P.I.);
  • la liceità, non potendo essere brevettata l’invenzione contraria alla legge, all’ordine pubblico e al buon costume (art. 50, C.P.I.)

Per ulteriori approfondimenti consultare la Guida per il Deposito dei Titoli di P.I. - Parte II



Aiutaci a darti un servizio migliore
Valuta la qualitÓ dei contenuti di questa pagina


Ufficio di riferimento

Per informazioni rivolgersi a:

MARCHI E BREVETTI

Riferimento Ufficio: AFFARI LEGALI E  GESTIONE RISORSE UMANE
Indirizzo Piazza Medici 8 - 14100 Asti
Telefono 0141.535177/249/269
Fax 0141.535200
E-mail legale@pec.at.camcom.it
Orari Da lunedý a venerdý : 8.30 - 12.30

[ inizio pagina ]