Questo sito utilizza cookie per inviarti informazioni sulla nostra organizzazione in linea con i tuoi interessi/le tue preferenze e cookie di analisi statistica di terze parti anche per fini non tecnici. Se vuoi saperne di pi¨ o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.
Se accedi ad un qualunque elemento soprastante questo banner acconsenti all'uso di tutti i cookie.

RIMUOVI

Versione solo testo - Camera di commercio di Asti, 26 ottobre 2020
Torna alla versione grafica - home

Dichiarazione M.U.D. 2020



Asti, 26 ottobre 2020
Ultimo aggiornamento: 04.05.2020



Ambiente



DICHIARAZIONE M.U.D. 2020


Contenuto pagina

 

ATTENZIONE

 


La scadenza per la presentazione del MUD è rinviata al 30 giugno 2020

 

 

L’art. 113 del Decreto Legge 17 marzo 2020 n. 18, pubblicato sulla G.U. del 17 marzo 2020, proroga al 30 giugno 2020 la scadenza per la presentazione delle comunicazioni ambientali relative ai rifiuti, tra cui il MUD 2020.

 

 

M.U.D. 2020

Il modello di dichiarazione ambientale, allegato al decreto del Presidente del Consiglio dei ministri del 24 dicembre 2018, pubblicato nel Supplemento ordinario n. 8 alla Gazzetta ufficiale - serie generale - n. 45 del 22 febbraio 2019, è confermato e sarà utilizzato per le dichiarazioni 2020, con riferimento alle attività dell’anno 2019.

La scadenza per la presentazione del Mud 2020 è fissata per il 30 giugno 2020, ai sensi del Decreto Legge 17 marzo 2020 n. 18, recante misure connesse all'emergenza CODIV-19 che ha stabilito la proroga rispetto alla scadenza inizialmente prevista per il 30 aprile.

Soggetti obbligati

  1. Imprese ed enti produttori iniziali di rifiuti

  • Pericolosi

  • Non pericolosi derivanti da lavorazioni industriali, da lavorazioni artigianali e da attività di recupero e smaltimento di rifiuti, fanghi prodotti dalla potabilizzazione e da altri trattamenti delle acque e dalla depurazione delle acque reflue e da abbattimento dei fumi, se l’impresa o ente hanno complessivamente più di 10 dipendenti;

  1. Imprese ed enti che effettuano operazioni di recupero e di smaltimento dei rifiuti;

  2. Soggetti che effettuano a titolo professionale attività di raccolta e trasporto di rifiuti, compreso il trasporto di rifiuti pericolosi prodotti dal dichiarante;

  3. Commercianti ed intermediari di rifiuti senza detenzione.

Sono esclusi dall’obbligo di presentazione del MUD, in base alla Legge 28 dicembre 2015, le imprese agricole di cui all'articolo 2135 del codice civile, nonché i soggetti esercenti attività ricadenti nell'ambito dei codici ATECO 96.02.01, 96.02.02 e 96.09.02, i quali si limitano alla compilazione e conservazione, in ordine cronologico, dei formulari di trasporto.

 

Modalità di presentazione

 Sono previste due modalità di trasmissione della Comunicazione ambientale: telematica o a mezzo PEC.

Modalità di trasmissione

É obbligatoria per:

  • imprese ed enti che effettuano operazioni di trasporto, intermediazione, recupero e smaltimento di rifiuti;

  • produttori iniziali che trasportano direttamente i propri rifiuti pericolosi.

L’invio telematico deve essere effettuato attraverso il sito www.mudtelematico.it.

La Comunicazione può essere compilata tramite l'apposito software, reperibile alla pagina: https://www.mudtelematico.it/Home/Software.
Conclusa la compilazione, il software genera il file della Comunicazione, che deve essere firmato digitalmente dal Legale rappresentante dell'impresa, oppure da quello dell´Associazione di categoria o dello Studio di consulenza che la trasmette per conto dell'impresa.

Si ricorda che, se la Comunicazione è presentata tramite Associazioni o Studi di consulenza, l'impresa interessata deve fornire apposita delega scritta, che dovrà essere conservata presso la sede del soggetto (associazione/consulente) che invia la Comunicazione. 

Dal sito www.mudtelematico.it , dopo l’invio della comunicazione, è possibile estrarre immediatamente la ricevuta.

Per maggiori informazioni in merito al rilascio della fiirma digitale presso la Camera di Commercio di Asti:  https://bit.ly/2zEElZD

Devono essere presentate esclusivamente tramite il sito www.mudtelematico.it anche le seguenti comunicazioni:

  • Comunicazione Veicoli fuori uso;

  • Comunicazione Imballaggi, sia Sezione Consorzi che Sezione Gestori Rifiuti di imballaggio;

  • Comunicazione Rifiuti da apparecchiature elettriche ed elettroniche.

 

Trasmissione a mezzo PEC della Comunicazione semplificata 

La comunicazione semplificata è consentita, in alternativa alla Comunicazione telematica, solo per produttori iniziali di rifiuti, che producono nelle proprie unità locali non più di 7 rifiuti e, per ogni rifiuto, utilizzano non più di 3 trasportatori e 3 destinatari finali nazionali.   

La guida riassuntiva sulle modalità di compilazione e trasmissione della Comunicazione semplificata è disponibile alla pagina https://www.ecocamere.it/adempimenti/mud nella sezione “Rifiuti semplificata”.

Si ricorda che non è più consentita la compilazione su modulo cartaceo della Comunicazione Rifiuti semplificata.
La Comunicazione Semplificata deve essere effettuata esclusivamente attraverso il portale
: https://mudsemplificato.ecocerved.it.

L'accesso al portale si effettua tramite credenziali che vengono rilasciate al termine dell'apposita procedura di registrazione (senza necessità di procedere all'identificazione attraverso firma e/o identità digitale) . 

Una volta effettuato l'accesso, occorre inserire i dati richiesti nell'apposito modulo on-line e stampare la dichiarazione. Quindi creare, con scansione, un SOLO documento elettronico in formato PDF, chiamato, ad esempio mud2020.pdf, contenente:

  • copia della Comunicazione Rifiuti semplificata firmata dal dichiarante,

  • copia dell'attestato di versamento dei diritti di segreteria di € 15,00 alla CCIAA competente (vedi indicazioni sottostanti),

  • copia del documento di identità del sottoscrittore.

Attenzione: se il file PDF ottenuto dalla scansione sarà firmato digitalmente con la firma elettronica, non è necessario inserire nel file la copia del documento d'identità del sottoscrittore.

Il file deve essere spedito esclusivamente via PEC (posta elettronica certificata), all’indirizzo:  comunicazionemud@pec.it (valido per tutto il territorio nazionale).

Ogni mail trasmessa via PEC dovrà contenere una sola comunicazione MUD e dovrà riportare nell’oggetto esclusivamente il codice fiscale del dichiarante.

La spedizione può essere effettuata anche da casella PEC non intestata al dichiarante (es.: Associazione di categoria, Consulente).

La casella PEC non potrà fornire alcun tipo di risposta ai messaggi pervenuti che non contengano una comunicazione MUD composta nel modo descritto.

Non è più ammessa la spedizione postale, che viene considerata inesatta modalità di trasmissione della Comunicazione ed è soggetta a sanzione.

 

Comunicazione rifiuti urbani, assimilati e raccolti in convenzione

Soggetti obbligati

I soggetti istituzionali responsabili del servizio di gestione integrata dei rifiuti urbani e assimilati comunicano le seguenti informazioni relative all'anno precedente:

  1. la quantità dei rifiuti urbani raccolti nel proprio territorio;

  2. la quantità dei rifiuti speciali raccolti nel proprio territorio a seguito di apposita convenzione con soggetti pubblici o privati;

  3. i soggetti che hanno provveduto alla gestione dei rifiuti, specificando le operazioni svolte, le tipologie e la quantità dei rifiuti gestiti da ciascuno;

  4. i costi di gestione e di ammortamento tecnico e finanziario degli investimenti per le attività di gestione dei rifiuti, nonché i proventi della tariffa di cui all'articolo 238 ed i proventi provenienti dai Consorzi finalizzati al recupero dei rifiuti;

  5. i dati relativi alla raccolta differenziata;

  6. le quantità raccolte, suddivise per materiali, in attuazione degli accordi con i Consorzi finalizzati al recupero dei rifiuti.

Inoltre, i Comuni devono comunicare la quantità di rifiuti di apparecchiatura elettriche ed elettroniche raccolte anche tramite i centri di raccolta così come individuati dall'art.12 del D.Lgs 49/2014.

 

Modalità di compilazione della comunicazione

Il Comune o Consorzio di Comuni o Comunità montana deve compilare la comunicazione rifiuti urbani esclusivamente via telematica, tramite il sito www.mudcomuni.it predisposto da Unioncamere. Il modello allegato al decreto è riportato a scopo esemplificativo e non può essere utilizzato per trasmettere la comunicazione.

Modalità di trasmissione alla Camera di commercio

La trasmissione può avvenire con spedizione telematica o a mezzo PEC.

Inoltre Ecocerved mette a disposizione un Web Service in architettura SOAP per consentire l'inserimento all'interno della Procedura MUD Comuni, dei dati relativi alla raccolta e al conferimento di rifiuti urbani, assimilabili e raccolti in convenzione, che il dichiarante ha già inserito nei propri sistemi informativi nel corso della gestione alla quale la comunicazione MUD annuale fa riferimento.

Spedizione telematica
In caso di spedizione telematica la comunicazione deve essere trasmessa, a conclusione della compilazione, dal sito www.mudcomuni.it. A questo fine i dichiaranti debbono essere in possesso di un dispositivo contenente il certificato di firma digitale valido al momento dell'invio, intestato al legale rappresentante o ad un suo delegato.

Spedizione a mezzo PEC
I soggetti che non dispongono di firma digitale o non sono in grado di effettuare on-line il versamento del diritto di segreteria posso trasmettere la Comunicazione con la procedura di seguito descritta:

  1. Compilare la Comunicazione inserendo i dati nel portale www.mudcomuni.it;

  2. Stampare la Sezione anagrafica prodotta automaticamente dalla procedura sul www.mudcomuni.it, firmata dal legale rappresentante del dichiarante o suo delegato;

  3. Firmare, con firma autografa del dichiarante, la comunicazione MUD in formato documento cartaceo;

  4. Trasformare il documento cartaceo in documento elettronico in formato PDF;

  5. Predisporre un file unico in formato PDF che dovrà contenere:

    • copia della Sezione anagrafica firmata in modo autografo dal dichiarante;

    • copia dell'attestato di versamento dei diritti di segreteria alla CCIAA competente (vedi indicazioni sottostanti);

    • copia del documento di identità del sottoscrittore (non necessaria se il file PDF è firmato digitalmente).

  1. Trasmettere via PEC all'indirizzo unico comunicazionemud@pec.it il file in formato PDF ottenuto.

Ogni mail trasmessa via PEC dovrà contenere una sola comunicazione MUD e dovrà riportare nell'oggetto esclusivamente il codice fiscale dell'ente dichiarante.

La comunicazione effettuata con modalità diverse da quelle sopra indicate si considera inesatta. Non è quindi ammessa la spedizione postale.

 

Diritti di Segreteria

Invio telematico

I diritti di segreteria ammontano a € 10,00 € per ciascuna dichiarazione inviata telematicamente, e devono essere pagati esclusivamente con carta di credito, Telemaco Pay o con l'Istituto di pagamento InfoCamere (pagamenti.ecocerved.it).

Invio a mezzo PEC

Il diritto di segreteria per la dichiarazione inviata via PEC è di € 15,00 per ogni Unità Locale dichiarante.

Il pagamento può essere effettuato con le seguenti modalità:

  • con bonifico bancario, su conto corrente intestato alla Camera di Commercio di Asti:

  • PER LE IMPRESE: presso Credito Valtellinese S.C. – Agenzia di Alessandria – IBAN IT 62 Z 0521610499000000000118

  • PER GLI ENTI PUBBLICI: presso Banca d’Italia - Conto Speciale di Tesoreria Unica - IBAN IT 57 U 0100003245111300319307

  • versamento su conto corrente postale n. 00123141 intestato alla Camera di Commercio di Asti

Causale: “Codice Fiscale azienda – Diritti di segreteria MUD 2020”.

 

Correzioni/rettifiche di una Comunicazione presentata

Non sono ammesse né integrazioni né rettifiche successive alla presentazione della Comunicazione. Tuttavia, è sempre consentito presentare una nuova Comunicazione, in sostituzione della precedente incompleta o parzialmente scorretta, purché la nuova Comunicazione venga trasmessa nei termini previsti e dietro nuovo versamento dei diritti di segreteria.

Assistenza per la compilazione

Servizio di assistenza telefonica: 02 22177090.

È possibile trovare informazioni sulle modalità di compilazione, sui soggetti obbligati e risposte ai quesiti più frequenti sul sito www.ecocamere.it/adempimenti/mud.

Quesiti possono essere inviati, in base all’argomento, ai seguenti riferimenti:

 



Aiutaci a darti un servizio migliore
Valuta la qualitÓ dei contenuti di questa pagina


Non ´┐Ż presente alcun ufficio di riferimento per questa pagina

[ inizio pagina ]