Questo sito utilizza cookie per inviarti informazioni sulla nostra organizzazione in linea con i tuoi interessi/le tue preferenze e cookie di analisi statistica di terze parti anche per fini non tecnici. Se vuoi saperne di pi¨ o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.
Se accedi ad un qualunque elemento soprastante questo banner acconsenti all'uso di tutti i cookie.

RIMUOVI

Versione solo testo - Camera di commercio di Asti, 23 settembre 2019
Torna alla versione grafica - home

Popolazione



Asti, 23 settembre 2019



Analisi economica provinciale



POPOLAZIONE

Contenuto pagina

Popolazione residente in provincia di Asti - anno 2003
Movimento naturale e migratorio in provincia di Asti - anno 2003

Al 31 dicembre 2003 la popolazione complessiva in provincia di Asti risulta pari a 212.219 unità, mentre alla stessa data del 2002 ammontava a 209.116 residenti. L´aumento della popolazione residente su base annua è stato di oltre 3 mila unità pari all´1,5%; si tratta dell´incremento percentuale più consistente rilevato a livello regionale. Tale variazione è stata determinata da un saldo migratorio positivo (+4.398) che si contrappone ad un ormai cronico saldo naturale negativo (-1.295). Sui 118 comuni la popolazione residente è aumentata in 81 comuni, è rimasta invariata in 5 comuni ed è diminuita in 32 comuni. Sono Castello d´Annone (+3,1%), Cerro Tanaro (+4,2%), Cocconato (4,5%), Fontanile (+3,5%), Tigliole (+5,8%) e Vaglio Serra (+5,8%), i comuni per i quali si rilevano al 31/12/2003 le percentuali più elevate di incremento demografico.
Le donne sono sempre in maggioranza e costituiscono il 51,4% dei residenti per un totale di 109.186 unità.
Per quanto riguarda i dati di flusso, a livello provinciale, sono state registrate 1.699 nascite, 46 in meno rispetto all´anno precedente; mentre sono aumentati i decessi 2.994, 171 in più rispetto al 2002.
Il tasso di natalità, pari all´8,1‰, risulta inferiore sia alla media regionale (8,6‰) sia alla media nazionale (9,4‰). L´altra componente del saldo naturale, la mortalità, presenta invece un valore più elevato (14,1‰ ) rispetto a quelli registrato a livello regionale (11,9‰) e a livello nazionale (10,2‰). Il tasso di crescita della popolazione, dato dalla differenza tra il tasso di natalità e di mortalità risulta pari a -6‰, ancora più negativo di quello rilevato nel 2002 (-5,16‰).
L´incremento demografico della nostra provincia è sostenuto dalle immigrazioni che sono largamente superiori alle emigrazioni. Nel corso del 2003 si sono iscritte in anagrafe 10.749 persone, mentre ammontano a 6.351 le cancellazioni per trasferimenti di residenza. Con un tasso migratorio del 21‰ la provincia di Asti registra il tasso più elevato a livello regionale.
Il 34% dei residenti in provincia vive nel capoluogo, il 50% risiede in comuni con meno di 5.000 abitanti e il restante 16% della popolazione provinciale è concentrato in quattro comuni: Canelli, Nizza Monferrato, San Damiano e Costigliole d´Asti.

Movimento naturale e migratorio nel comune di Asti - anno 2003

Con 73.120 abitanti il Comune di Asti fa rilevare un saldo attivo della popolazione di 1.584 unità e un incremento (2,2%) superiore a quello provinciale (1,5%). Il saldo naturale, negativo per 287 unità, è stato largamente compensato dall´eccedenza del movimento migratorio ammontante a 1.871 unità. Rispetto al 2002 si osserva un consistente aumento delle iscrizioni in anagrafe, 1.354 in più, a fronte di un contenuto aumento delle cancellazioni, 45 in più.

Popolazione comuni della provincia di Asti



Aiutaci a darti un servizio migliore
Valuta la qualitÓ dei contenuti di questa pagina


Non ´┐Ż presente alcun ufficio di riferimento per questa pagina

[ inizio pagina ]