Questo sito utilizza cookie per inviarti informazioni sulla nostra organizzazione in linea con i tuoi interessi/le tue preferenze e cookie di analisi statistica di terze parti anche per fini non tecnici. Se vuoi saperne di pi¨ o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.
Se accedi ad un qualunque elemento soprastante questo banner acconsenti all'uso di tutti i cookie.

RIMUOVI

Versione solo testo - Camera di commercio di Asti, 17 settembre 2019
Torna alla versione grafica - home

Mercato del lavoro



Asti, 17 settembre 2019
Ultimo aggiornamento: 19.10.2005



Analisi economica provinciale



MERCATO DEL LAVORO

Contenuto pagina

Dinamica avviamenti-cessazioni per settore di provenienza al 30/06/2005

Nel primo semestre 2005 sono stati avviati al lavoro 10.480 lavoratori di cui 5.599 maschi e 4.881 femmine. Gli avviamenti maschili sono superiori a quelli femminili a conferma delle maggiori difficoltà incontrate dalla donna nell´inserimento nel mondo del lavoro. Il 73,5% degli avviamenti sono riferiti a contratti temporanei che non hanno comportato la cancellazione dalle liste di collocamento.
Il terziario è il settore che ha assorbito il 55% degli avviamenti complessivi assumendo per il 60% manodopera femminile. Con riferimento alla durata contrattuale si tratta però, nel 78,3% dei casi, di assunzioni di breve durata. I settori agricolo e industriale hanno effettuato assunzioni nella misura rispettivamente dell´11,8% e del 31% del totale, riferite in larga parte a manodopera maschile. Per quanto riguarda l´industria i contratti di breve durata rappresentano il 55% mentre salgono al 94% per il settore agricolo. Gli avviamenti nella Pubblica Amministrazione sono stati 182, riguardano principalmente manodopera femminile e, dal punto di vista contrattuale, si riferiscono per la quasi totalità ad assunzioni per brevi periodi.
Le cessazioni di rapporti di lavoro rilevate nel semestre ammontano a 11.239 e si riferiscono per il 59% al settore terziario, per il 35,6% all´industria e per il restante 5,3% all´agricoltura e alla Pubblica Amministrazione. Il rapporto avviamenti-cessazioni risulta pari a -6,7%. I settori che registrano un saldo negativo sono l´industria e il terziario mentre per l´agricoltura e la Pubblica Amministrazione il saldo è positivo.
Per quanto riguarda le modalità di avviamento, la maggior parte delle assunzioni è a tempo determinato (74,7%), il 15% si riferisce a contratti part-time e il restante 10,3% riguarda le altre tipologie contrattuali. I dati confermano l´evoluzione del mercato del lavoro che negli ultimi anni vede una sempre maggiore diffusione di contratti di lavoro temporanei, spesso di breve durata, a scapito dei contratti a tempo indeterminato.

Modalità di avviamento nel 1 semestre 2005 _ Motivo di cancellazione dalle liste di collocamento



Aiutaci a darti un servizio migliore
Valuta la qualitÓ dei contenuti di questa pagina


Non ´┐Ż presente alcun ufficio di riferimento per questa pagina

[ inizio pagina ]