Questo sito utilizza cookie per inviarti informazioni sulla nostra organizzazione in linea con i tuoi interessi/le tue preferenze e cookie di analisi statistica di terze parti anche per fini non tecnici. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.
Se accedi ad un qualunque elemento soprastante questo banner acconsenti all'uso di tutti i cookie.

RIMUOVI

Versione solo testo - Camera di commercio di Asti, 5 dicembre 2019
Torna alla versione grafica - home

Indici di dotazione infrastrutturale



Asti, 5 dicembre 2019
Ultimo aggiornamento: 11.01.2007



Analisi economica provinciale



INDICI DI DOTAZIONE INFRASTRUTTURALE

Contenuto pagina

Indici di dotazione infrastrutturale

L'Istituto Tagliacarne ha recentemente pubblicato uno studio sulla dotazione delle infrastrutture di trasporto nelle province italiane. Si tratta di informazioni utili alla determinazione del livello di competitività e di attrattività di un territorio per il sistema delle imprese. Le categorie infrastrutturali prese in considerazione sono quattro: la rete stradale, la rete ferroviaria, i porti e gli aeroporti. Ai fini della determinazione degli indici è stata considerata la dotazione infrastrutturale sia sotto il profilo quantitativo (lunghezza rete stradale/ferroviaria, estensione piste aeroportuali, ecc.) che qualitativo (presenza autostrade a tre corsie, numero di accessi, livello di automazione, ecc.). Gli indici di tipo quali-quantitativo sono stati poi rapportati alla domanda potenziale (superficie, popolazione e occupati). Si è così determinato l'indice di "dotazione relativa" che assume valori superiori a 100 se la provincia registra una dotazione infrastrutturale superiore alla media nazionale.
Esaminando i dati provinciali, Asti registra indici al di sopra della media nazionale per quanto concerne le infrastrutture di trasporto (esclusi i porti), la rete stradale e la rete ferroviaria.
Con un indice relativo alle infrastrutture di trasporto pari a 128,7, Asti si pone al 24° posto della graduatoria nazionale e al 4° posto a livello regionale, preceduta da Novara, Alessandria e Vercelli e seguita da Torino, Biella, Verbania e Cuneo. Il Piemonte conta quattro province con livello di infrastrutture di trasporto superiore alla media nazionale.
Scendendo nel dettaglio infrastrutturale, Asti consegue un buon punteggio per quanto riguarda la rete ferroviaria: indice pari a 174,9, corrispondente al 3° posto su base regionale, dopo Alessandria e Novara e al 16° posto a livello nazionale.
Si colloca invece al 4° posto in Piemonte per quanto riguarda la rete stradale, preceduta da Novara, Vercelli e Alessandria. L'indice relativo alla rete stradale, anche se più contenuto rispetto alla rete ferroviaria, è comunque superiore alla media nazionale e pone Asti al 29° posto tra le province italiane.
Nel caso delle infrastrutture aeroportuali e portuali il calcolo degli indici ha preso in considerazione la capacità di attrazione del singolo porto o aeroporto non solo all'interno della provincia in cui è ubicato ma anche sulle province limitrofe.
Per quanto riguarda gli aeroporti, Asti si colloca al 4° posto a livello regionale anche se con un indice inferiore alla media nazionale. La precedono le province di Biella, Novara e Vercelli che beneficiano di una maggiore vicinanza all'aeroporto della Malpensa. Per quanto riguarda i porti, la provincia di Asti consegue un punteggio pari a 32,6 e si posiziona al 61° posto in Italia, ma al 1° posto in Piemonte, in considerazione della facilità dei collegamenti con i porti liguri. 



Aiutaci a darti un servizio migliore
Valuta la qualità dei contenuti di questa pagina


Non � presente alcun ufficio di riferimento per questa pagina

[ inizio pagina ]