Questo sito utilizza cookie per inviarti informazioni sulla nostra organizzazione in linea con i tuoi interessi/le tue preferenze e cookie di analisi statistica di terze parti anche per fini non tecnici. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.
Se accedi ad un qualunque elemento soprastante questo banner acconsenti all'uso di tutti i cookie.

RIMUOVI

Versione solo testo - Camera di commercio di Asti, 23 settembre 2019
Torna alla versione grafica - home

Legge 27 febbraio 2014, n. 15 - Conversione in legge, con modificazioni, del decreto legge 30 dicembre 2013, n. 150



Asti, 23 settembre 2019
Ultimo aggiornamento: 05.01.2016



Ambiente



LEGGE 27 FEBBRAIO 2014, N. 15 - CONVERSIONE IN LEGGE, CON MODIFICAZIONI, DEL DECRETO LEGGE 30 DICEMBRE 2013, N. 150

Contenuto pagina

Il comma 3 bis della Legge 27 febbraio 2014, n. 15, proroga l'applicabilità della disciplina previgente al sistema di controllo della tracciabilità dei rifiuti (SISTRI), stabilendone il termine finale al 31 dicembre 2014 anziché al 31 luglio 2014.

Fino al nuovo termine non si applicano le sanzioni, principali e accessorie, per il mancato rispetto della normativa SISTRI, di cui all'articolo 260-bis e 260-ter del decreto legislativo n. 152 del 2006, mentre continuano ad applicarsi gli articoli 188, 189, 190 e 193 del citato decreto legislativo concernenti la responsabilità della gestione dei rifiuti, il catasto dei rifiuti, l'obbligo di tenere un registro di carico e scarico e il trasporto dei rifiuti.

Non vengono quindi modificate le scadenze per l’obbligo di utilizzo del SISTRI, fissate dal decreto legge 30 dicembre 2013, n. 150, che erano il 1° ottobre 2013 per trasportatori e gestori di rifiuti pericolosi e il 3 marzo 2014 per produttori di rifiuti pericolosi e Comuni della Regione Campania.

 

 

LEGGE 27 febbraio 2014, n. 15



Aiutaci a darti un servizio migliore
Valuta la qualità dei contenuti di questa pagina


Non � presente alcun ufficio di riferimento per questa pagina

[ inizio pagina ]