Questo sito utilizza cookie per inviarti informazioni sulla nostra organizzazione in linea con i tuoi interessi/le tue preferenze e cookie di analisi statistica di terze parti anche per fini non tecnici. Se vuoi saperne di pi¨ o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.
Se accedi ad un qualunque elemento soprastante questo banner acconsenti all'uso di tutti i cookie.

RIMUOVI

Versione solo testo - Camera di commercio di Asti, 8 agosto 2020
Torna alla versione grafica - home

Edilizia



Asti, 8 agosto 2020



Analisi economica provinciale



EDILIZIA

Contenuto pagina

Nel primo semestre 2002 gli uffici tecnici dei comuni della provincia di Asti hanno rilasciato concessioni edilizie che prevedono la costruzione di 367 nuove abitazioni per una superficie abitabile di mq. 27.299 ed una superficie adibita a servizi per mq. 21.576. Rispetto alla rilevazione del 1° semestre 2001 si osserva un lieve aumento della superficie abitabile (+4,1%) ed una consistente estensione della superficie destinata a servizi (+67,5%) a seguito di una notevole crescita del numero delle abitazioni (+56,8%), delle stanze (+49,7%) e degli accessori (+70,3%). Su toni più misurati risultano invece le opere non residenziali in costruzione le cui concessioni di edificazione rilasciate danno luogo ad un volume totale di mc. 157.315 ed a una superficie totale di mq. 33.921 facendo registrare, rispetto ai dati relativi allo stesso semestre dello scorso anno, una sensibile flessione. Tali opere fanno riferimento per il 41% a capannoni agricoli e per il 38% a strutture destinate ad attività industriali, artigianali e commerciali. Il restante 21% è da attribuirsi ad altre attività non classificabili nelle precedenti.

CONCESSIONI (Elaborazione dati ISTAT)

ANDAMENTO DEL MERCATO DELLE LOCAZIONI E DELLE VENDITE
L´andamento del mercato immobiliare è stazionario sia con riferimento al volume degli affari che relativamente alle quotazioni. La domanda è prevalentemente orientata all´acquisto di nuove costruzioni. Si riscontra un maggior interesse per alloggi di media dimensione, attorno a mq. 100. L´introduzione dell´Euro non ha avuto alcuna influenza sul mercato immobiliare. L´andamento negativo della borsa sta invece creando difficoltà di disinvestimento per chi è intenzionato a reinvestire in immobili. Il settore delle locazioni appare caratterizzato da una buona richiesta a fronte di una disponibilità modesta. La domanda si rivolge soprattutto a piccoli appartamenti, sia vuoti che ammobiliati, ed è improntata al risparmio. Accresce la domanda proveniente da extracomunitari alla ricerca non solo per la locazione, ma anche per la vendita, di soluzioni abitative poco costose. Per quanto riguarda i locali ad uso commerciale permane elevata la richiesta per quelli situati nelle zone centrali. Si è riscontrata, invece, una minore domanda di locali ad uso ufficio.



Aiutaci a darti un servizio migliore
Valuta la qualitÓ dei contenuti di questa pagina


Non ´┐Ż presente alcun ufficio di riferimento per questa pagina

[ inizio pagina ]