Questo sito utilizza cookie per inviarti informazioni sulla nostra organizzazione in linea con i tuoi interessi/le tue preferenze e cookie di analisi statistica di terze parti anche per fini non tecnici. Se vuoi saperne di pi¨ o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.
Se accedi ad un qualunque elemento soprastante questo banner acconsenti all'uso di tutti i cookie.

RIMUOVI

Versione solo testo - Camera di commercio di Asti, 24 settembre 2020
Torna alla versione grafica - home

Edilizia



Asti, 24 settembre 2020



Analisi economica provinciale



EDILIZIA

Contenuto pagina

Concessioni di edificazione in provincia di Asti (formato .pdf)

In provincia di Asti, alla data del 31/03/2003, risultavano operanti 3.387 imprese edili. La consistenza delle imprese è costantemente in aumento. Nell´ultimo anno le imprese edili sono aumentate di 144 unità pari ad un incremento del 4,4%. Nel trimestre in esame si sono iscritte 100 nuove imprese a fronte di 85 cancellazioni e si è registrato un tasso di attività dello 0,74%. Sicuramente tale dinamica è stata influenzata, oltre che da un mercato in evoluzione dal lato della domanda, anche dal processo di parcellizzazione delle imprese di più grosse dimensioni per effetto di un più frequente ricorso al subappalto. Non va inoltre sottovalutato l´effetto della concessione di agevolazioni per opere di ristrutturazione e ripristino da documentarsi con fatture emesse da imprese regolari. P
er quanto riguarda l´attività edilizia, il primo trimestre 2003 presenta una sensibile crescita dei nuovi fabbricati e degli ampliamenti residenziali. Le concessioni rilasciate dagli uffici tecnici dei comuni prevedono 145 nuove abitazioni, il 57,6% in più della rilevazione del trimestre analogo dell´anno precedente. La nuova superficie abitabile ammonta a mq. 11.312 a cui si aggiungono 9.327 mq. per i servizi, rispettivamente +51,9% e +41,9%.
Anche la progettazione di fabbricati non residenziali evidenzia un aumento ma su tassi meno elevati. Il volume totale delle opere residenziali progettate nei primi tre mesi dell´anno ammonta a mc. 87.507, pari al 15,7% in più rispetto al 1° trimestre 2002, per una superficie totale investita di mq. 20.522 (+8,8%). Il 42,2% delle opere ha come destinazione un´attività industriale, artigianale o commerciale, il 34,6% costituisce una pertinenza di attività agricole, il 2% è relativo ad attività di servizi, il restante 22,2% ha una differente destinazione.
La rilevazione delle opere pubbliche, che riguarda tutti gli interventi di importo superiore a 25.823 euro, ha messo in evidenza lavori iniziati per 8.669.458 euro da parte di 29 comuni della provincia di Asti, dall´A.S.L. 19 e dalla Provincia di Asti.



Aiutaci a darti un servizio migliore
Valuta la qualitÓ dei contenuti di questa pagina


Non ´┐Ż presente alcun ufficio di riferimento per questa pagina

[ inizio pagina ]