Questo sito utilizza cookie per inviarti informazioni sulla nostra organizzazione in linea con i tuoi interessi/le tue preferenze e cookie di analisi statistica di terze parti anche per fini non tecnici. Se vuoi saperne di pi¨ o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.
Se accedi ad un qualunque elemento soprastante questo banner acconsenti all'uso di tutti i cookie.

RIMUOVI

Versione solo testo - Camera di commercio di Asti, 12 novembre 2019
Torna alla versione grafica - home

Cassa Integrazione Guadagni



Asti, 12 novembre 2019



Analisi economica provinciale



CASSA INTEGRAZIONE GUADAGNI

Contenuto pagina

Interventi ordinari e straordinari - numero ore autorizzate nel I trimestre 2003 (formato. pdf)

Nei primi tre mesi del 2003 sono state richieste, da parte del sistema produttivo astigiano, 138.910 ore di Cassa Integrazione Ordinaria. Tale intervento, in termini di confronto con l´analogo periodo del 2002, fa rilevare una flessione del 3,2%.
I dati sulla Cassa Integrazione mettono in evidenza la portata della crisi congiunturale che sta investendo il settore metalmeccanico con un ricorso di 73.204 ore, pari al 53% del ricorso totale e che rispetto al ricorso richiesto nel 1° trimestre 2002 appare triplicato.
Risultano inoltre superiori a quanto rilevato nei primi tre mesi del 2003 gli interventi richiesti dal settore abbigliamento (3.240 ore) e dalla trasformazione dei minerali non metalliferi (2.515 ore), richieste di modesta entità anche per una ridotta consistenza numerica ed occupazionale delle unità produttive.
A fronte di un rimarchevole intervento richiesto nel 2002 da parte del settore legno si osserva, nel periodo gennaio-marzo 2003, un´assenza del ricorso alla CIG. La situazione è altresì migliorata per le industrie metallurgiche e per il settore alimentare i cui interventi sono diminuiti rispettivamente del 95% e dell´84%.
In termini di Cassa Integrazione l´indotto edile si pone in controtendenza con l´andamento demografico delle imprese. Il settore registra infatti un buon tasso di natalità imprenditoriale e nel contempo mette in evidenza un aumento del ricorso alla C.I.G. sia nei confronti dell´industria per l´edilizia che per le attività di costruzioni edili. In particolare le imprese edili artigiane hanno richiesto un intervento di 28.512 ore, il 47% in più del 1° trimestre 2002. Per l´industria edile l´andamento si presenta meno critico: con una richiesta di 26.074 ore ha superato il fabbisogno del 2002 per il 4%.
Non è monitorabile la situazione della Cassa Integrazione Straordinaria, seppure in presenza di situazioni di ristrutturazioni e di crisi aziendali, non essendo pervenuto, nel trimestre in esame, alcun decreto di concessione.



Aiutaci a darti un servizio migliore
Valuta la qualitÓ dei contenuti di questa pagina


Non ´┐Ż presente alcun ufficio di riferimento per questa pagina

[ inizio pagina ]