Questo sito utilizza cookie per inviarti informazioni sulla nostra organizzazione in linea con i tuoi interessi/le tue preferenze e cookie di analisi statistica di terze parti anche per fini non tecnici. Se vuoi saperne di pi¨ o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.
Se accedi ad un qualunque elemento soprastante questo banner acconsenti all'uso di tutti i cookie.

RIMUOVI

Versione solo testo - Camera di commercio di Asti, 8 agosto 2020
Torna alla versione grafica - home

Cassa Integrazione Guadagni



Asti, 8 agosto 2020



Analisi economica provinciale



CASSA INTEGRAZIONE GUADAGNI

Contenuto pagina

Interventi ordinari e straordinari - numero ore autorizzate nel I semestre 2003

Nel primo semestre 2003 gli interventi della Cassa Integrazione Guadagni in Provincia di Asti sono consistiti in richieste per 219.657 ore ordinarie cui si sono aggiunte, sulla base dei decreti di concessione pervenuti nel periodo in esame, 88.704 ore straordinarie. In quest´ottica la situazione congiunturale dell´industria astigiana appare meno pesante rispetto al primo semestre 2002. Il confronto tra i due periodi mette infatti in evidenza un ricorso inferiore sia per la gestione ordinaria (-38,7%) che per quella straordinaria (-35,5%). Quasi la metà del ricorso ordinario è da imputarsi al settore metalmeccanico: con 102.144 ore si rileva però una sensibile flessione (-37,1%) rispetto a quanto segnalato nello stesso periodo dello scorso anno pur confermandosi gli stessi livelli di intervento straordinario. Il tessile-abbigliamento ha invece delineato un trend opposto con un ricorso ordinario decisamente superiore nel periodo considerato rispetto al 1° semestre 2002, mentre appare azzerato l´intervento CIG straordinario. Anche il settore edile sembra dar segni di cedimento sia con un consistente ricorso delle imprese edili artigiane (+51%), sia con le richieste di Cassa Integrazione avanzate dalle industrie per l´edilizia e delle trasformazioni. Si osserva infine che gli interventi CIG del periodo gennaio-giugno 2003 da parte delle industrie metallurgiche, alimentari e del legno si sono notevolmente ridimensionati rispetto al ricorso registrato nel 1° semestre 2002, mentre per il settore chimico e della carta si constata un azzeramento del ricorso, saldi negativi che lasciano intendere una situazione in via di stabilizzazione.



Aiutaci a darti un servizio migliore
Valuta la qualitÓ dei contenuti di questa pagina


Non ´┐Ż presente alcun ufficio di riferimento per questa pagina

[ inizio pagina ]