Questo sito utilizza cookie per inviarti informazioni sulla nostra organizzazione in linea con i tuoi interessi/le tue preferenze e cookie di analisi statistica di terze parti anche per fini non tecnici. Se vuoi saperne di pi¨ o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.
Se accedi ad un qualunque elemento soprastante questo banner acconsenti all'uso di tutti i cookie.

RIMUOVI

Versione solo testo - Camera di commercio di Asti, 29 ottobre 2020
Torna alla versione grafica - home

Agricoltura



Asti, 29 ottobre 2020



Analisi economica provinciale



AGRICOLTURA

Contenuto pagina

Nel 1° semestre 2003 si sono iscritte 176 nuove imprese ma il numero di cancellazioni permane elevato, tale da far rilevare una flessione del numero delle imprese registrate del 4%. Nel 2003 l´andamento delle colture ha risentito dell´assenza di precipitazioni con pesanti conseguenze per la produzione cerealicola, orticola, frutticola e florovivaistica. L´andamento meteorologico è stato però favorevole alla coltura della vite, ne ha anticipato lo sviluppo del frutto e, sotto l´aspetto sanitario, ha richiesto trattamenti ridotti anche se ha favorito situazioni di stress idrico. Sotto l´aspetto commerciale è soprattutto il vino ad avvertire le conseguenze della crisi generale e della diminuzione dei consumi. Le quotazioni sono diminuite per alcuni vini e sono risultate in flessione anche per i cereali: per frumento ed orzo la diminuzione è stata attribuita alla presenza sul mercato di eccedenze francesi. In campo zootecnico, da un aumento delle quotazioni di circa il 10% e da una richiesta in aumento, si prevede una tendenza positiva anche alla luce della tracciabilità dei prodotti in un contesto di valorizzazione e di tutela.



Aiutaci a darti un servizio migliore
Valuta la qualitÓ dei contenuti di questa pagina


Non ´┐Ż presente alcun ufficio di riferimento per questa pagina

[ inizio pagina ]