Questo sito utilizza cookie per inviarti informazioni sulla nostra organizzazione in linea con i tuoi interessi/le tue preferenze e cookie di analisi statistica di terze parti anche per fini non tecnici. Se vuoi saperne di pi¨ o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.
Se accedi ad un qualunque elemento soprastante questo banner acconsenti all'uso di tutti i cookie.

RIMUOVI

Versione solo testo - Camera di commercio di Asti, 29 novembre 2020
Torna alla versione grafica - home

Popolazione



Asti, 29 novembre 2020



Analisi economica provinciale



POPOLAZIONE

Contenuto pagina

Movimento popolazione residente in provincia di Asti durante l´anno 2002

La popolazione della provincia di Asti al 31/12/2002 ammonta a 209.116 unità e registra un saldo positivo, rispetto allo stesso periodo dell´anno precedente, di 895 unità, pari ad un incremento dello 0,43%. Le donne sono sempre in maggioranza con una presenza di 108.007 unità, il 51,6% del totale. Gli uomini, con 101.109 residenti, costituiscono il 48,4%.
Sui 118 comuni che fanno parte della provincia di Asti la popolazione residente è aumentata in 71 comuni, è rimasta invariata in 4 comuni ed è diminuita in 43 comuni.

Movimento naturale e migratorio della popolazione - provincia di Asti e comune di Asti - anno 2002

Per quanto riguarda i dati di flusso relativi all´anno 2002, a livello provinciale, sono state registrate 1.745 nascite, 126 in più rispetto al 2001. Anche i decessi sono aumentati: 2.823 contro 2.749. Il saldo del movimento naturale permane pesantemente negativo con una perdita di popolazione di 1.078 unità, ma è di minor entità rispetto all´anno precedente.
Si riscontra sia una ripresa del tasso di natalità che passa dal 7,77‰ all´8,34‰ sia un aumento del tasso di mortalità dal 13,2‰ al 13,5‰. Il tasso di crescita della popolazione, dato dalla differenza tra il tasso di natalità e quello di mortalità rimane pertanto negativo (-5,16‰).
L´incremento demografico della popolazione rispetto al 2001 è quindi da attribuire esclusivamente all´andamento positivo del saldo del movimento migratorio (iscritti e cancellati dalle anagrafi comunali per trasferimenti di residenza).
Una dinamica caratterizzata da 7.952 iscrizioni e 5.979 cancellazioni ha determinato un saldo positivo di 1.973 unità. Rispetto all´anno immediatamente precedente sono state superiori sia le iscrizioni (14,65%) che le cancellazioni (4,5%).

Il Comune di Asti, con 71.536 abitanti fa registrare un saldo attivo della popolazione di 305 unità, con un incremento pari a quello provinciale (0,43%). Il rapporto degli uomini sul totale residenti è del 47,5%, mentre quello delle donne è del 52,5%.
Nel 2002, 611 nascite, 57 in più rispetto all´anno precedente, hanno portato il tasso di natalità all´8,5‰ (7,8‰ nel 2001), mentre 868 decessi, 71 in più rispetto al 2001, hanno determinato un tasso di mortalità pari a 12,13‰ (11,19‰ nel 2001).
Dall´analisi dei dati di flusso risulta pertanto che il movimento naturale del capoluogo, negativo per 257 unità, è stato bilanciato dall´eccedenza del movimento migratorio ammontante a 562 unità. Gli iscritti, per effetto del movimento migratorio, nel corso del 2002, sono risultati 2.336 con un incremento rispetto all´anno precedente del 34%; a fronte di 1.774 cancellazioni, anche´esse aumentate quasi del 6%.

L´informazione statistica sui flussi migratori relativi alla popolazione straniera può essere ottenuta dall´archivio dei permessi di soggiorno, presso il Ministero dell´Interno, e dalle anagrafi comunali, mediante la rilevazione condotta dall´ISTAT sul Movimento annuale della popolazione straniera, residente.
Mentre i dati sui permessi di soggiorno si riferiscono, com´è noto, a tutti i cittadini stranieri presenti regolarmente sul territorio italiano, con l´esclusione però di una parte significativa di minori, normalmente non conteggiati nello stock dei permessi in quanto iscritti sul documento di soggiorno dei genitori, quelli provenienti dagli uffici anagrafici riguardano la componente della popolazione regolare, che è anche residente.

Permessi di soggiorno per sesso in provincia di Asti al 1° gennaio 2001 (anni 1992-2001)

Cittadini stranieri residenti al 1° gennaio 2001 (anni 1996 - 2001)

Al 1° gennaio 2001 (ultimo dato disponibile) i cittadini stranieri muniti di permesso di soggiorno in provincia di Asti sono risultati 6.150 di cui 3.409 maschi e 2.741 femmine. Il possesso di tale documento, di per sé non obbliga all´iscrizione anagrafica, come nel caso di permanenze di non lunga durata; pertanto il numero di cittadini stranieri iscritti in anagrafe nella nostra provincia (popolazione residente), pari a 5.961 unità (al 1° gennaio 2001), risulta inferiore a quello degli individui in regola con le norme di soggiorno (popolazione regolarmente presente). In particolare nel comune capoluogo gli stranieri iscritti in anagrafe sono il 37,9% della popolazione straniera residente nella provincia di Asti.
Il peso dei cittadini stranieri sul totale dei residenti nella nostra provincia è pari al 2,8% a fronte del 2,5% a livello regionale.
Esaminando poi la composizione etnica della presenza straniera in base al dato dei permessi di soggiorno al 1° gennaio 2001, si può constatare che emergono alcune aree geografiche di provenienza dei flussi migratori verso la nostra provincia. Le aree più rappresentate sono quelle dell´Europa orientale con 3.500 unità e quelle dell´Africa settentrionale con 1.543 unità; le comunità più consistenti sono quelle provenienti dall´Albania e dal Marocco.

Permessi di soggiorno per sesso e per area geografica di provenienza in provincia di Asti al 1° gennaio 2001




Aiutaci a darti un servizio migliore
Valuta la qualitÓ dei contenuti di questa pagina


Non ´┐Ż presente alcun ufficio di riferimento per questa pagina

[ inizio pagina ]