Questo sito utilizza cookie per inviarti informazioni sulla nostra organizzazione in linea con i tuoi interessi/le tue preferenze e cookie di analisi statistica di terze parti anche per fini non tecnici. Se vuoi saperne di pi¨ o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.
Se accedi ad un qualunque elemento soprastante questo banner acconsenti all'uso di tutti i cookie.

RIMUOVI

Versione solo testo - Camera di commercio di Asti, 20 settembre 2019
Torna alla versione grafica - home

Cassa Integrazione Guadagni



Asti, 20 settembre 2019



Analisi economica provinciale



CASSA INTEGRAZIONE GUADAGNI

Contenuto pagina

Interventi ordinari e straordinari - Numero di ore autorizzate nel 2003

Nel 2003 il ricorso alla CIG ordinaria da parte del settore manifatturiero astigiano è stato di 536.513 ore ed ha fatto registrare, rispetto all´anno 2002, una diminuzione di 154.293 ore corrispondenti ad una riduzione percentuale del 24,6.
Le ore autorizzate nei confronti del settore metalmeccanico sono 328.451 e rappresentano il 61,2% del totale. Dal raffronto con l´anno precedente, si rileva tuttavia una diminuzione di 92.981 ore. Il dato risulta però pur sempre alto e denota il persistere di una situazione critica nell´ambito del settore metalmeccanico che rappresenta per la provincia di Asti il comparto più rilevante sia per numero di insediamenti, sia per consistenza occupazionale.
Le industrie metallurgiche, con 2.432 ore, fanno rilevare una sensibile diminuzione della CIG ordinaria: 83.776 ore in meno rispetto all´anno precedente.
Gli altri settori che nel 2003 registrano una riduzione della CIG ordinaria sono quello alimentare (-5.036 ore), dell´abbigliamento (-21.032), chimico (-2.180), della carta (-1.840) e delle trasformazioni (-739).
E´ aumentato invece il ricorso alla CIG da parte dell´ industria del legno che con 45.160 ore ha registrato un incremento rispetto all´anno precedente di 22.676 ore, dell´industria tessile che da zero ore nel 2002 è passata a 13.321 e dell´industria edilizia che con 4.448 ore ha fatto rilevare un incremento di 1.489 ore.
Per quanto riguarda la gestione edilizia si riscontra un aumento del ricorso alla CIG ordinaria da parte delle imprese artigiane (59.764 ore, con un incremento di 14.904 ore rispetto al 2002) in parte compensato dall´industria che con 43.426 ore fa rilevare una diminuzione rispetto all´anno precedente di 9.391 ore.
Si ricorda che il ricorso alla Cassa Integrazione Guadagni ordinaria consente alle imprese di far fronte a crisi temporanee di mercato che si ripercuotono sulla potenzialità produttiva dell´azienda.
L´intervento straordinario viene invece richiesto dalle aziende quando si trovano a dover affrontare processi di riorganizzazione, ristrutturazione, riconversione o in caso di crisi aziendali.
Dai decreti pervenuti nel 2003 il ricorso alla CIG straordinaria è risultato pari a 100.760 ore, 53.533 in meno dell´anno precedente. E´ stato il settore metalmeccanico, con 96.320 ore, a registrare il 95,6% delle concessioni; il restante 4,4% riguarda l´industria edilizia.



Aiutaci a darti un servizio migliore
Valuta la qualitÓ dei contenuti di questa pagina


Non ´┐Ż presente alcun ufficio di riferimento per questa pagina

[ inizio pagina ]